Cerca insegnamenti o docenti



Voi siete qui

Corso di laurea in SCIENZE DELLE PROFESSIONI SANITARIE TECNICHE DIAGNOSTICHE

Tipo di corso di studiLaurea Magistrale
Anno accademico2010/2011
Classe di laureaclasse SNT_SPEC/3, CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE NELLE SCIENZE DELLE PROFESSIONI SANITARIE TECNICHE
Titolo rilasciatoDottore Magistrale
Curricula
Durata2 anni
Crediti richiesti per l’accesso180
Crediti120
Anni di corso attivati1° anno, 2° anno
AccessoProgrammato
Conoscenze richieste per l'accesso
Corsi triennali che danno accesso senza debiti

Introduzione al corso

Il Corso di Laurea Specialistica/Magistrale in Scienze delle Professioni Tecniche Diagnostiche, appartenente alla Classe delle Lauree Specialistiche nelle Scienze delle Professioni Sanitarie Tecniche area Tecnico-Diagnostica (Classe SNT_SPEC/3), ha durata biennale.
Per conseguire la Laurea Specialistica/Magistrale lo studente deve aver acquisito 300 CFU, ivi compresi quelli già acquisiti dallo studente ai fini del conseguimento della laurea e riconosciuti validi per l’accesso al Corso di Laurea Specialistica/Magistrale.

Obiettivi formativi

Il percorso formativo previsto impegna lo studente per un totale di 120 crediti formativi universitari (CFU) ed ha lo scopo di fornire una formazione culturale e professionale avanzata per intervenire con elevate competenze nei processi assistenziali, gestionali, formativi e di ricerca negli ambiti pertinenti alla diverse professioni sanitarie comprese nella classe (Tecnico audiometrista, Tecnico di laboratorio biomedico, Tecnico di radiologia medica, per immagini e radioterapia; Tecnico di neurofisiopatologia).
Gli obiettivi formativi del Corso di Laurea sono diretti a far conseguire al laureato una preparazione che gli consenta di:
- applicare le conoscenze di base delle scienze pertinenti alla specifica figura professionale necessarie per assumere decisioni relative all'organizzazione e gestione dei servizi sanitari erogati da personale con funzioni sanitarie tecniche dell'area medica, all'interno di strutture sanitarie di complessità bassa, media o alta;
- utilizzare le competenze di economia sanitaria e di organizzazione aziendale necessarie per l'organizzazione dei servizi sanitari e per la gestione delle risorse umane e tecnologiche disponibili, valutando il rapporto costi/benefici;
- supervisionare specifici settori dell'organizzazione sanitaria nell’ambito tecnico sanitario;
- utilizzare i metodi e gli strumenti della ricerca nell'area dell'organizzazione dei servizi sanitari;
-applicare e valutare l'impatto di differenti modelli teorici nell'operatività dell'organizzazione e gestione dei servizi sanitari;
- programmare l'ottimizzazione di tutte le risorse (umane, tecnologiche, informative, finanziarie) di cui dispongono le strutture sanitarie di bassa, media e alta complessità;
- progettare e realizzare interventi formativi per l'aggiornamento e la formazione permanente afferente alle strutture sanitarie di riferimento;
- sviluppare le capacità di insegnamento per la specifica figura professionale nell'ambito delle attività tutoriali e di coordinamento del tirocinio nella formazione di base, complementare e permanente;
- comunicare con chiarezza su problematiche di tipo organizzativo e sanitario con i propri collaboratori e con gli utenti;
- analizzare criticamente gli aspetti etici e deontologici delle professioni dell'area sanitaria, anche in una prospettiva di integrazione multi-professionale.
Al termine degli studi viene conferita la Laurea Specialistica/Magistrale in Scienze delle Professioni Sanitarie Tecniche Diagnostiche.

Sbocchi professionali

I laureati in Scienze delle Professioni Sanitarie Tecniche Diagnostiche che hanno acquisito le necessarie conoscenze scientifiche, i valori etici e le capacità professionali pertinenti alle professioni nell'ambito delle scienze tecniche, alla fine del percorso formativo sono in grado di esprimere competenze avanzate di tipo assistenziale, educativo e preventivo in risposta ai problemi di salute della popolazione in età pediatrica, adulta e geriatrica e ai problemi di qualità dei servizi. In base alle conoscenze acquisite, sono in grado di tenere conto, nella programmazione e gestione del personale dell'area sanitaria, sia delle esigenze della collettività, sia dello sviluppo di nuovi metodi di organizzazione del lavoro, sia dell'innovazione tecnologica ed informatica - anche con riferimento alle forme di teleassistenza o di teledidattica - sia della pianificazione ed organizzazione degli interventi pedagogico-formativi nonché dell'omogeneizzazione degli standard operativi a quelli della Unione Europea.
I laureati in Scienze delle Professioni Sanitarie Tecniche Diagnostiche sviluppano un approccio integrato ai problemi organizzativi e gestionali delle professioni sanitarie, qualificato dalla padronanza delle tecniche e delle procedure del management sanitario, nel rispetto delle loro ed altrui competenze. Le conoscenze metodologiche acquisite consentono loro anche di intervenire nei processi formativi e di ricerca peculiari degli ambiti suddetti.
Gli sbocchi professionali dei laureati specialisti in Scienze delle professioni sanitarie tecniche diagnostiche sono: la dirigenza nelle strutture sanitarie (organizzazione/supervisione delle strutture ed erogazione dei servizi in un’ottica di efficacia), l’insegnamento universitario, la formazione permanente, la ricerca nell’ambito di competenza.